DRM invasivo e pervasivo

febbraio 23, 2010

Uno degli argomenti degli ultimi giorni è il pesante DRM che Ubisoft imporrà agli utenti che decideranno di acquistare Assassin’s Creed 2 su PC, e successivamente ad ogni altro titolo che questo distributore pubblicherà su questa piattaforma; quello che mi sento di condividere è il pensiero che si rende da parte degli utenti necessaria un azione politica. Con azione politica non intendo qualcosa che riguardi i nostri governanti, o la loro distorta idea di “politica” come “partitica” e “conquista della poltrona”; ma qualcosa che riguardi il nostro vivere, e nel caso videogiocare, comune (politico dunque inteso come nell’ambito della “polis” globale). So perfettamente che a chiedere un boicottaggio verrei bollato come “estremista”, “pirata” o “pazzoide”; tuttavia vorrei analizzare il perché dichiarato di questa scelta di DRM, così come altre possibili motivazioni collaterali.

L’Ubisoft dichiara che tale sistema DRM, che per chi non lo sapesse prevede una connessione persistente ai loro server durante l’intera partita nonché la presenza dei salvataggi di gioco dislocati unicamente sui server del distributore, è atto a combattere la pirateria; tuttavia pensando a voce alta mi viene da ricordare che alcuni giochi sono stati più facilmente fruibili proprio ai cosiddetti pirati, mentre gli utenti si sono trovati innanzi a svariati problemi (qualcuno ha forse detto GTAIV?), dunque chi verrebbe leso da questo sistema i legittimi utenti, o i tanto infamati “ladri di bit”?

Taluni ritengono che sia un tentativo per eliminare il mercato dell’usato, in virtù che per controllare online l’originalità del gioco bisogna registrare un account ed associarvi permanentemente il codice seriale del gioco; virtualmente impossibilitando la vendita di tale gioco.

Dunque quale modo per evitare tale abuso, perché di questo si tratta? Ebbene ricordiamo il passato, quando BioShock uscì limitato a 3 attivazioni, l’intera comunità insorse e in buona parte si rifiutò di acquistare tale titolo fino all’annuncio di 2k del rilascio di un deactivator e di un estensione del numero di attivazioni pari ad infinito.

Vorrei anche fermarmi a riflettere, sui possibili futuri sviluppi di tale situazione, nel caso gli utenti non si pongano ad avversare tale sistema; a parte il certo sviluppo ed utilizzo per altri titoli di questo distributore, un possibile scenario è l’estensione di questo sistema ad altri distributori, rendendo di fatto gli utenti semplici affittuari dei giochi da loro acquistati, in quanto in caso di manutenzione dei server, o di sovraccarico degli stessi, o di problemi degli ISP si verrebbe disconnessi dalla partita senza preavviso e senza possibilità di salvare.

Di nuovo vi invito a pensare non solo alla vostra banda e alla vostra voglia di giocare ma anche alle libertà cui state per rinunciare nel caso vogliate prendere tale gioco.


Ultime dal pianeta strampalato – 20100118

gennaio 18, 2010

Pensavate fossi morto eh? E invece NO!

Il fatto è che ultimamente ho molto poco tempo per leggere (con estremo disappunto della mia sezione libri), e le serie fumettistiche che seguo non accennano a finire (e così Comics & co va a farsi benedire). Tuttavia qualche minuto sparso per videogiocare a roba poco impegnata (mi piange il cuore a pensare che non ho ancora finito DA:O) lontano dagli esami lo trovo; quindi dovrei riuscire a postare un aggiornamento sostanzioso nel prossimo periodo (se non ci riesco entro fine settimana lasciate ogni speranza voi ch’intrate in quanto al poli ricominciano gli esami).

Comunque per riattivare il blog sto iniziando a pensare di estendere il numero di campi con “Software Generico” e “Sistemi Operativi” in cui far fruttare le mie conoscenze nell’ambito informatico.

See you Net Cowboy….


Ultime dal pianeta strampalato – 20090914

settembre 14, 2009

I’m back!!!! O forse lo sopspettavate già dalle recensioni sparate furoi nell’ultimo periodo, tuttavia sono tornato qui a scrivere, non troppo intensamente è vero, tuttavia le cose potrebbero migliorare; infatti dopo un importante rivoluzione culturale, al mio paese hanno deciso che la terra non è piatta, e insieme con questa novità scientifica si è scoperto che la banda larga non è una stregoneria figlia del demonio; e ciò implica che fondamentalmente ho una connesione decente!

Detto ciò lasciate che vi riassuma le mie esperienze estive; sono stato a fare servizio con il mio gruppo scout in abruzzo, e devo dire che sinceramente mi è servito per maturare delle scelte importanti, o meglio per rimetterle in discussione, e mi fa piacere pensare e sperare di essere stato d’aiuto a loro almeno quanto loro lo sono stati a me, anche se probabilmente sono ancora io ad essere in debito; le scelte che prima ho detto di aver maturato sono le scelte della Partenza, momento scout molto importante in cui si lascia la comunità di clan per essere scout nel mondo; e questa scelta mi ha portato, anche per il mio senso dell’onore, a pormi al servizio dell’associazione stessa per ripagare il debito che ho nei confronti di una comuntià che nel corso di 12 anni mi ha portato a crescere enormenmente sia come persona che come cittadino.

La conseguenza logica (<atroci>il collo senza testa</atroci>) è stata la mia partecipazione al campo lupetti, nel quale ancora una volta ho dovuto mettere in gioco me stesso e forzarmi a superare i miei limiti, a cercare di essere il miglior esempio possibile per i ragazzi a me dalla sorte affidati.

Ebbene dopo questo sproloquio cui non vi interesserà nulla (ammesso che mi leggiate) ….

Yes, I’m back
Well, I’m back
Yes, I’m back
Well, I’m back, back
(Well) I’m back in black
Yes, I’m back in black


Ultime dal pianeta strampalato – 20090803

agosto 3, 2009

Nonostante non sia stato molto attivo nell’ultimo periodo , ora lo diverrò ancora meno, infatti mi appresto a partire per le vacanz e non avrò molto tempo per scrivere le mie solite cavolate; infatti con il mio gruppo scout (si lo so gli scout sono solo bambini vestiti da cretini guidati da cretini vestiti da bambini, ma personalmente sono sia l’uno che l’altro) andremo a dare una mano in abruzzo, dopodiché prenderò la partenza e andrò a seguire il camo lupetti; tutto questo per dire che non dovete aspettarvi delle news nei prossimi tempi.

See you around.


Ultime dal pianeta strampalato – 20090626

giugno 26, 2009

Caricata l’ultima tranche di recensioni prodotta, credo mi fermerò per un paio di settimane; in quanto la vicinanza degli esami universitari si fa sentire…

Una notizia più allegra: mi è arrivato il computer nuovo, meglio conosciuto come “La Macchina della Morte TM”, un fisso, implementante le specifiche della piattaforma Dragon di AMD, che forte delle sue 3 schede grafiche in CrossFire-X presto sfiderà Crysis; a tal proposito invito i lettori interessati al gaming a segnalarmi qualche giochino da dare in pasto a questa belva assetata di sangue.

Per quanto riguarda le letture, mi sono appena lanciato alle costole di Scuotivento ne “Il colore della Magia”  e spero di darvene presto un parere.

E ricordate … cosa non lo so ma ricordatelo comunque!